Il massiccio del Gran Sasso non ha bisogno di presentazioni. Con le sue imponenti vette rocciose arriva a sfiorare i 3mila metri. Con base Campo Imperatore in 4 giorni toccheremo le cime più importanti, perdendoci nella bellezza delle sue dolomitiche pareti rocciose.

Trekking 4 gg

Da mer 2 a dom 6 ottobre 2024

Abruzzo

Trekking di più giorni

Livello
Alto / Energy

Iscrizioni aperte

Le iscrizioni chiudono il 31 luglio 2024

  • Dislivello: 3.800 in 4 gg, media 1.000 al giorno

  • Sviluppo: 48 km in 4 gg, media 12 km al giorno

  • Difficoltà: Il trekking si svolge lungo sentieri per lunghi tratti impegnativi, per escursioni esperti, anche con passaggi esposti e pendenze importanti.
    Si richiede ottimo allenamento e abitudine a camminare molte ore al giorno, per più giorni.

  • Attrezzatura necessaria: (a questo link i consigli per Abbigliamento e Attrezzatura)
    – zaino da trekking da almeno 30 lt
    – scarponi da trekking, bastoncini, piumino, guscio per vento e pioggia, luce frontale

  • Pasti: pranzi al sacco, cene in ostello / rifugio

  • Ritrovo: mercoledì 2 ottobre  ore 12.00 zona Como – Milano (Ritrovi e orari da fissare in base alla provenienza dei partecipanti)

  • Rientro: domenica 6 ottobre in serata

  • Alloggio: Trattamento di mezza pensione in camere multiple in ostello / rifugio

  • Partecipanti: 6 min, 12 max

  • Guida: Marco Servettini, con Emanuele Di Bacco – amico e orso local

  • Costo:  500 € totale : 240 € accompagnamento + 260 € trattamento mezza pensione 4 gg (da riconoscere direttamente alle strutture)

  • Pagamento: Saldo 240 € alla conferma (entro il 31 luglio 2024)
    Modalità: Contanti, Bonifico, Satispay

  • Costi Extra: Viaggio, spostamenti, pranzi sono a carico diretto dei partecipanti

  • Assicurazioni: RC della guida; Infortuni Clienti; Recupero di soccorso

Descrizione

Un trekking di scoperta, nel cuore del massiccio del Gran Sasso
che racchiude paesaggi da cartolina e luoghi meravigliosi tutti da esplorare,
nella cornice dell’incredibile paesaggio di Campo Imperatore.

A CHI SI RIVOLGE: camminatori allenati che vogliono esplorare e conoscere spazi impervi e affascinanti
Si richiede un buon livello di forma fisica e abitudine a camminare molte ore su terreni di montagna. I percorsi proposti presentano difficoltà EE (Escursionisti Esperti), con passaggi su pendii ripidi e per brevi tratti esposti, ma mai con difficoltà rilevanti.
Affronteremo il percorso con un passo costante e deciso, ma mantenendo ritmi adeguati al gruppo, per porre le dovute attenzioni nei passaggi più impegnativi, e per godere il fascino della natura che incontreremo.

PROGRAMMA di MASSIMA

Mercoledì 2 – Giorno ZERO: viaggio di andata e Arrivo a Campo Imperatore
Cena e Notte: Ostello Campo Imperatore
Obiettivo: arrivare entro sera al “campo base” (si concorderanno i tempi in base alle esigenze dei partecipanti).

Giovedì 3 – 1° giorno di trekking: Monte Camicia
Lunghezza: 10 km, Dislivello: 1.000 mt d+
Cena e Notte: Ostello Campo Imperatore
Si parte con una delle vette più iconiche del Gran Sasso, con il suo stupendo balcone a strapiombo con vista mare! Saliamo per il lato meridionale – quello accessibile – per affacciarci sul lato settentrionale, con la sua parete di oltre 1200 metri di altezza.
Dal Rifugio Fonte Vetica saliamo alla Sella di Fonte Fredda e la dorsale che porta al Monte Tremoggia (2.331 mt). Da qui la vetta del Monte Camicia (2.564 t) è ormai prossima, il panorama sul massiccio del Gran Sasso, Campo imperatore, e le colline abruzzesi fino al mare.
Rientro ad anello a Ponte Vetica, dove possiamo finalmente avviare il terzo tempo a birra e arrosticini.

Venerdì 4 – 2° giorno di trekking: Pizzo d’Intermesoli e Pizzo Cefalone
Lunghezza: 15 km, Dislivello: 1.000 mt d+
Cena e Notte: Ostello Campo Imperatore
Il Pizzo Intermesoli (2.635 mt) è la terza cima più alta del Gran Sasso, dopo Corno Grande e Corno Piccolo. Saliamo alla vetta Meridionale, con un lungo anello che passa per il Pizzo Cefalone (2.533 mt).
Partenza da Campo Imperatore, aggiriamo Monte Portella fino al passo La Portella, aggiriamo il Cefalone fino a guadagnare la vetta.
Da qui si scende alla Sella dei Grilli per risalire la lunga cresta che forma l’Intermesoli: più ci si avvicina e più sembra impossibile guadagnare la cima … ma il sentiero c’è e la vetta è li ad aspettarci.
Il panorama dalla cima regala una vista a 360° sul massiccio del Gran Sasso e lo sguardo spazia fino all’Adriatico.
Per il rientro facciamo un anello che attraversa Campo Pericoli e passa per il Rifugio Garibaldi.

Sabato 5 – 3° giorno di trekking: Corno Piccolo e Rifugio Franchetti
Lunghezza: 11 km, Dislivello: 1.000 mt d+, 800 d-
Cena e Notte: Rifugio Franchetti
Ci spostiamo da Campo Imperatore per andare nel cuore del Gran Sasso, per un anello di due giorni e l’ultima notte al Rifugio Franchetti.
Distanze e dislivelli non sono eccessivi … ma la bellezza di questi spazi, e la difficoltà dei sentieri richiedono un ritmo adeguata a la gamba ferma.
Aggirando il Corno Grande saliamo fino alla Sella del Brecciaio e dietro alla Conca degli Invalidi: siamo in mezzo ai due Corni, che imponenti e così diversi offrono una vista spettacolare.
Un salto a vedere cosa resta Ghiacciaio del Calderone: è stato l’unico ghiacciaio appenninico, il più meridionale d’Europa, è ormai quasi completamente scomparso. Bellissima la conca in cui è posto, all’interno dell’enorme anfiteatro formato dalle cime del Corno Grande.
Torniamo verso il Corno Piccolo, alla Sella dei Due Corni c’è il sentiero che scende verso il Rifugio Franchetti, da qui ripasseremo.
Ci portiamo sotto al Corno Piccolo, apprezzato soprattutto da scalatori e arrampicatori per via delle sue splendide pareti calcaree. Saliamo attraverso la via normale, l’ascesa è emozionante e il sentiero è impegnativo ma la soddisfazione è assicurata.
Dai 2.655 mt della vetta la vista è notevole, quanto l’adrenalina affacciandoci sulle pareti verticali del Corno.
Scendiamo con molta attenzione dalla stessa via, e dalla Sella dei Due Corni andiamo a gustare la meritata birra al Rifugio Franchetti, che ci aspetta per la cena e la notte.

Domenica 6 – 4° giorno di trekking: Corno Grande e Monte Aquila, poi viaggio di ritorno
Lunghezza: 12 km, Dislivello: 800 mt d+, 1.000 mt d-
Gran finale per il Corno Grande: dal Rifugio risaliamo alla Sella dei Due Corni, quindi al Passo del Cannone, e su di un fiato fino ai 2.912 mt del Corno Grande. Panorama spettacolare sul massiccio, la piana di Campo Imperatore, e via a spaziare fino al mare. Per la discesa prendiamo il sentiero di cresta, più impegnativo ma divertente e panoramico, fino alla Sella del Brecciaio.
Torniamo a ritroso sul sentiero del giorno prima, fino alla Sella di Monte Aquila, e qui ci stacchiamo per andare a salutare il Gran Sasso da quest’ultima. Il Monte Aquila (2.494 mt) è accessibile ma centrale e con una posizione ottimale per l’ultimo sguardo di insieme su queste bellissime montagne.
Il rientro a Campo Imperatore è in scioltezza, gli ultimi arrosticini e si riprende la via di casa, per il viaggio di ritorno.

.

Condividi questa promozione