Il Monte Bregagno è il più massiccio tra i monti che si affacciano sul Lago di Como. Con i suoi 2.107 mt di altezza domina tutto il ramo settentrionale del lago, dal Bellagio a Colico. Ci aspetta una lunga salita sulla dorsale, con una vista ampia che spazia sulle alpi innevate.

 

Sabato 23 marzo 2024

San Siro (CO)

Escursione impegnativa

Livello
Alto / Energy

Iscrizioni aperte

Le iscrizioni chiudono il 22 marzo 2024

  • Dislivello: 1.200 mt

  • Sviluppo: 12 km

  • Difficoltà: L’escursione si svolge lungo sentieri per alcuni tratti impegnativi e con pendenze importanti. Non sono presenti passaggi esposti. Per dislivello e sviluppo il percorso proposto richiede un buon allenamento.

  • Attrezzatura: Scarponi da trekking OBBLIGATORI, Ramponcini, Acqua, Zaino, Abbigliamento da escursionismo adatto alla stagione invernale (vedi i consigli per Abbigliamento e Attrezzatura)

  • Pasti: pranzo al sacco

  • Ritrovi: 7.15 Como (zona Uscita Autostrada / Stazione Ferrovie Nord di Grandate).

  • Partenza Escursione: ore 9.00 – San Siro (CO), Loc. Montuglio

  • Fine Escursione: ore 16.30 circa

  • Partecipanti: 16 max

  • Guida: Marco Servettini

  • Costo: 25 €

  • Pagamento: Contanti, Bonifico, Satispay

  • Assicurazioni: RC della guida; Infortuni Clienti; Recupero di soccorso

Descrizione

Il Monte Bregagno è un monte massiccio, accessibile senza grosse difficoltà ma lungo da raggiungere.

In inverno ha spesso un buon innevamento, ma la stagione delle grandi nevicate sembra lontana e sarà più probabile ammirare la neve sulle cime imbiancate nell’arco alpino tutt’attorno.

Con una bella giornata l’aria frizzante accompagnerà la salita, i panorami sembrano brillare e la luce del sole si rifletterà nel lago, sempre in bella vista nella sua lunghezza – da Bellagio a Colico.

L’escursione parte dalla Montuglio, frazione di San Siro (1.130 mt slm) e sale per la mulattiera che porta agli alpeggi, fino ad arrivare in dorsale all’Oratorio di Sant’Amate (1.620 mt).
Ora il percorso prosegue per la dorsale fino al Monte Bregagnino (1.905 mt) e va oltre nella lunga attraversata che porta sotto alla cima: la salita si fa un pò più impegnativa, ma al culmine allenta e ci porta davanti alla croce di vetta (2.107 mt).

Da qui si ammira la linea di cresta che arriva al Pizzo di Gino, lungo l’Alta Via del Lario, e tutta la catena delle Alpi Mesolcine che segnano il confine con la svizzera. Sull’altro lato il Monte Legnone e a scendere le Grigne, dietro le Orobie.

Per il rientro riprendiamo la dorsale fino al Bregagnino, e poi tagliamo per sentieri meno battuti fino agli alpeggi sopra Montuglio.

Condividi questa promozione